• (+39) 051 0185152
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei anni di Ricerca e due brevetti

La nostra storia parte da lontano e la nostra mission tocca da vicino la salute di tutti noi: eliminare gli effetti nocivi legati alla presenza di Radon nell’ambiente. Una sfida che ha anche una valenza di tipo sociale, visto che il gas in questione rappresenta la seconda causa di tumore al polmone con oltre 3.000 decessi all’anno solo in Italia (fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità).

Per trovare la risposta a questo delicato problema abbiamo fondato Clab, una startup innovativa iscritta al registro speciale e abbiamo deciso di mettere a sistema professionalità e competenze provenienti dai più disparati settori: dalla geologia alla chimica, dall’informatica all’elettronica, dal design all’ingegneria. Dopo aver prototipato, testato ed ingegnerizzato tutti i nostri devices, insieme a degli investors che hanno creduto in noi abbiamo creato una NewCo per produrre e distribuire la nostra innovazione. Il risultato è RADOFF.

0

Persone coinvolte

0

Misurazioni effettuate

0

Brevetti ottenuti

0

Dispositivi creati

La naturale evoluzione di RADOFF è Radoff LIFE, un dispositivo nato con l’obiettivo di abbattere i rischi generati dal Radon, ‘ripulendo’ l’aria che respiriamo tutti i giorni in casa o al lavoro. In commercio esistono già dei prodotti, come le barriere anti – Radon, che però sono pensate esclusivamente per edifici di nuova fabbricazione. La principale innovazione di Radoff LIFE è data dal fatto che esso offre una risposta anche per edifici già esistenti, senza rendere necessari costosi interventi di ripavimentazione: bastano pochi minuti per installarlo e attivare così un efficace scudo contro il pericoloso gas. Una vera e propria rivoluzione, tenuto conto che le attuali politiche urbanistiche vanno contro il consumo di suolo, offrendo incentivi a chi restaura e riqualifica l’esistente.

Per creare Radoff LIFE abbiamo coniugato fluidodinamica, termodinamica ed ingegneria chimica con intelligenza artificiale, Big Data e IoT; creando un device phygital. Ci siamo avvalsi inoltre di importanti collaborazioni tra università, centri di ricerca e società innovative che hanno creduto in noi. Il dispositivo misura inoltre altri parametri ambientali quali temperatura interna, umidità dell’aria, ossigeno e manda un segnale d’allarme in caso di eventuali fughe di gas.

Ma non c’è soltanto RADOFF: i nostri esperti hanno messo a punto un algoritmo proprietario, Radoff MAP, che permette di creare mappe potenziali del rischio del gas Radon; inoltre abbiamo reso portatile la tecnologia di LIFE, creando Radoff SENSE: un misuratore innovativo per il gas Radon.

Uno dei nostri sogni è sempre stato quello di contribuire alla nascita di città intelligenti, uno spazio a misura di cittadino dove l’aggregazione massiva dei dati e le moderne tecnologie sono al servizio della salute e della qualità della vita: per questo motivo abbiamo creato Radoff CITY, uno strumento che processa ed elabora i dati raccolti dai nostri sensori per monitorare in maniera smart i principali parametri ambientali, generando dei database attraverso la tecnologia Cloud.

In questo momento stiamo prototipando due altri dispositivi, sempre legati al gas radon, di cui uno rivoluzionario.

Interdisciplinarità, ricerca ed innovazione

Interdisciplinarità. E’ questa la parola che riassume al meglio la nostra anima. Siamo un team che annovera al suo interno professionisti provenienti dai più disparati settori: ingegneri, architetti, ricercatori, geologi e designer. Eccellenze che hanno deciso di fare sistema, integrando le rispettive competenze. Saperi diversi si compenetrano per dare vita a una rete di esperti capaci di offrire un approccio scientifico a 360°. Crediamo nel valore (mai scontato) della formazione e dell’esperienza duramente conquistata sul campo. Anticipare i tempi è la nostra missione, curiosità e spirito indagatore sono i propulsori che mettono in moto ogni nostra azione.

I nostri partner

La ricerca scientifica e tecnologica è il motore primario della nostra azienda. Per questo, nel corso degli anni, abbiamo sviluppato collaborazioni e partnership con enti, associazioni e altre realtà imprenditoriali che ci hanno aiutato a crescere e ad approfondire la nostra indagine sul gas Radon. Tra i partner scientifici possiamo annoverare: INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), InterregEurope, Incubatore CUBACT (Università degli Studi di Sassari), CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche). Tra i nostri partner tecnici troviamo invece: Gellify e Romagna Tech.

La sede

Radoff è insediata all’interno del Parco tecnologico e scientifico ‘Torricelli’ di Faenza (Ravenna). La sede fa parte dei ‘Tecnopoli’: una rete di 10 infrastrutture dislocate in 20 sedi nel territorio dell'Emilia-Romagna che ospitano e organizzano attività e servizi per la ricerca industriale, lo sviluppo sperimentale e il trasferimento tecnologico. Sono finanziati dai fondi europei del Por Fesr (Programma Operativo regionale del fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013) e da contributi regionali.

Nei Tecnopoli hanno sede i laboratori di ricerca industriale della Rete Alta Tecnologia dell'Emilia-Romagna, dotati di moderne strumentazioni di ricerca e personale dedicato ad attività e servizi per le imprese, favorendone anche la proiezione a livello nazionale e internazionale. I Tecnopoli includono strutture di servizio per attività di divulgazione, dimostrazione e informazione e strutture di accoglienza per le imprese, spazi per spin off innovativi e per laboratori di ricerca privati e promuovono l'incontro tra imprese e ricercatori e l'accesso ad attrezzature scientifiche all'avanguardia riducendo la distanza fra domanda e offerta di ricerca. Per favorire le collaborazioni ricerca-impresa, in ogni Tecnopolo è a disposizione dell’utenza il Portale, punto di accesso alla struttura e a tutti i Laboratori della Rete Alta Tecnologia presenti sul territorio regionale.

Sede Radoff

Tecnologia made in Emilia-Romagna

Per sviluppare i nostri devices per il monitoraggio e la bonifica del gas Radon abbiamo unito le forze con alcune eccellenze industriali e tecnologiche della Regione Emilia – Romagna. Tra queste possiamo annoverare Bucci Industries (Faenza), Teko spa (Bologna) e Aurel spa (Modigliana – Forlì – Cesena). Tre partner industriali di assoluto livello, con i quali condividiamo l’obiettivo di esportare la tecnologia e l’avanguardia made in Emilia – Romagna al di fuori dei confini regionali e nazionali.
Un patto per la Puglia
Nella foto: Lorita Nardulli, Gianluca Dragone, Domenico Cassitta e Lorna Vatta

Un patto per la Puglia

Un patto tra Emilia-Romagna e Puglia per debellare la presenza del gas Radon negli asili e nelle scuole della Puglia, oltre che nei luoghi di lavoro. E’ questo il frutto della partnership tra C.M.G. (Consulting Monitoring Group), azienda di Monopoli specializzata nella sicurezza in ambienti di lavoro, e Radoff, azienda di Faenza (Ravenna) che ha progettato, brevettato e realizzato una gamma dispositivi hi-tech che, grazie alla combinazione di hardware e software, permettono di tenere monitorati e di eliminare gli effetti nocivi legati alla presenza del Radon.

I dispositivi targati Radoff saranno messi a disposizione di C.M.G. per la bonifica di asili e scuole della provincia di Bari e dell’intero territorio pugliese dove le misurazioni di Radon effettuate da Arpa hanno superato il limite di 300 Bq/mc previsto dalla normativa regionale, ma anche nei luoghi di lavoro come aziende, fabbriche, uffici e sedi istituzionali.